Elfa Drow

scrignoBuio Profondo : il paradiso dei servitori di Lolth , la Maestosa Dea Regina. La tua vita nel sottosuolo è sempre stata molto piacevole al fianco di Lolth, sia sempre lode. Da quando sei nata sei stata istruita alla sacra religione della Dea Madre, e come tutte le elfe drow nobili sei diventata una abile sacerdotessa. Ti sei diplomata ormai matura all’Accademia di Lolth ed hai da sempre appreso i sacri vincoli che ti legano all’Invincibile Regina dei Ragni. La tua famiglia , la casata dei Daine’er, appartiene al 6° posto nella gerarchia delle 8 famiglie più potenti di Menzoberranzan. Da sempre hai condiviso i dettami di tale famiglia e hai rispettato le gerarchie, anche se il tuo posto come seconda genita non ti è mai andato a genio . Tu sai di valere molto di più di tua sorella maggiore Misna, e forse di più anche di tua madre , la Matrona Persena, anche se questo non hai mai osato dirlo. La famiglia Daine’er ha sempre avuto molto favore nei confronti di Lolth e nel momento in cui riusciste a distruggere alcuni gruppi di svirfneblin questo favore aumentò e di conseguenza il potere di voi sacerdotesse. Così decideste di attaccare la 4° Casata, i Gunh’aas. La battaglia era stata pianificata nei minimi particolari : i soldati drow comandati da tuo fratello Riznal avrebbero compiuto l’attacco preliminare eliminando tutti i glifi e i dweomer di protezione e neutralizzando i funghi stridenti da guardia. Tu e le altre sacerdotesse di famiglia avreste seguito magicamente la battaglia da casa incanalando il vostro potere attraverso alcuni soldati scelti che sarebbero stati i vostri simulacri da battaglia. Mentre la truppa penetrava tra le mura di casa Gunh’aas i soldati nemici venivano uccisi e le mura venivano divelte. Le vostre truppe salivano verso i piani alti, dove avreste trovato le sacerdotesse avversarie, i servitori privati e i bambini. Questi ultimi erano stati affidati a te : il tuo compito era quello di ucciderli in modo che le grida venissero ricordate per sempre da tutti i vicini che stavano ascoltando. Quando il tuo simulacro arrivò alla stanza della prole l’aprì con un calcio : i bambini erano rannicchiati sopra il letto e piangevano. La furia della battaglia aveva creato su di voi un incredibile alone di potere che Lolth stava alimentando. Ti preparasti a lanciare una terribile maledizione che avrebbe spazzato via quegli insulsi piccoli drow tra atroci sofferenze. “Atair’h eh’nh amah….erg….” : l’incantesimo ti rimase strozzato nella gola. Sentivi il tuo simulacro pronunciare parole confortanti verso i bambini e cercare di metterlo in salvo. Qualcosa stava ostacolando il tuo legame creandone un altro fittizio. Pochi attimi dopo, mentre il tuo simulacro, ormai succube di un altro incantesimo di controllo mentale, cercava di mettere in salvo i bambini, i soldati della tua casata entravano , uccidevano i bambini e il tuo drow che stava cercando di proteggere la prole. L’incantesimo di legame si spezzò di colpo e tu interrompesti il legame con le tue sorelle e tua madre. La battaglia proseguì e la famiglia Gunh’aas venne distrutta. Ma Lolth era arrabbiata con te e quindi con la tua casata. Tua madre era furiosa e uso le sue fruste di serpente per più di un’ora su di te, imprecando. La punizione sarebbe stata quella usuale : saresti stata gettata nella fossa e tramutata in drider, dove avresti vissuto per sempre in forma di drow-ragno. Per tua fortuna (forse) tuo fratello Riznal intervenne nel sommario processo indetto da tua madre e riuscì a convertire la pena con grande dispiacere di tua sorella Misna : saresti stata mandata in superficie per seguire i piani segreti di un’altra famiglia, i B’Luthyrr, i quali sembra in epoche precedenti avessero intrattenuto rapporti con gli umani di superficie procreando anche esseri ibridi, che ora venivano usati come tramite tra il Buio Profondo e il mondo infernale della superficie. Per te questa condanna era quasi maggiore dell’altra , ma il volere di Lolth è sopra ogni cosa e quindi hai accettato. Ti è stato dato quindi una mappa per raggiungere l’esterno e una scorta per superare i pericoli fino alla superficie. Inoltre ti è stato dato un documento : il foglio falsificato attestava che tu avresti dovuto ricevere un’eredità come legittima discendente di casa B’Luthyrr, ad un indirizzo indicato . Sei partita consapevole dell’importanza agli occhi di Lolth dell’incarico, ma sapendo che la punizione era assolutamente ingiusta e che qualcuno aveva tramato per toglierti di mezzo. I primi momenti in superficie furono tremendi : per te quel mondo pieno di odori, luce e rumori era completamente alieno. Viaggiasti di notte fino a Waterdeep fino che non arrivasti . Dopo aver trovato la città hai aspettato il giorno dell’incontro con gli altri eredi:. Così hai atteso e anche se la luce del giorno ti tormenta ti sei recata all’appuntamento…

Priorità : Rimanere più a lungo possibile sotto la copertura e onorare i propositi di Lolth scoprendo cosa l’altra famiglia drow stia tramando. In futuro : scoprire chi ti ha tradita.

Categories: Personaggi Tags: