Guerriero Tiefling

scrigno“Si padre, la prossima volta colpirò più forte”. Il tuo allenamento da bambino è stato lungo e estenuante ma ora che sei grande capisci che ti è servito. La tua razza non ti ha mai favorito perché essere un tiefling costringe a vivere spesso nascosto e al di fuori dalla società. Tuo padre era un demone, un grosso demone dall’animo coraggioso. Golam era il suo nome. Ti ha cresciuto non come un vero padre in carne ed ossa, ma nei momenti in cui era presente ti ha dato tutto ciò che un padre poteva darti. Spesso durante l’allenamento gli chiedevi chi fosse tua madre, ma lui sembrava molto contrariato da questo genere di domande e si rifiutava sempre di risponderti, aumentando la difficoltà dell’allenamento in modo che ti scordassi delle domande. “L’arte della guerra è una disciplina sacra” ti ripeteva continuamente. Durante la tua infanzia hai viaggiato sotto la sua guida nei territori a sud di Waterdeep. Di giorno ti riposavi mentre di notte, quando tuo padre era presente, ti allenavi e combattevi per temprare il tuo fisico. Fu in una di quelle notti che è avvenuto uno dei fatti più brutti della tua vita. Stavi accanto al fuoco mentre tuo padre vicino a te stava spiegandoti alcune tecniche di guerra quando avete sentito un grido. Ti sei appostato e hai visto un gruppo di barbari che stava viaggiando nelle praterie. Tuo padre ti ha subito suggerito di provare le nuove tattiche di guerra che avevi appreso. Così vi siete divisi e ti sei preparato a tendere un agguato al gruppo di barbari. Sei salito sopra un albero e appena la preda isolata dal gruppo è passata sotto di te gli sei saltato addosso e con un rapido colpo lo hai messo fuori combattimento. Mentre stavi cercando gli averi della tua vittima hai visto una grande fiamma divampare poco lontano da te e i rumori di battaglia farsi più forte. Subito ti sei precipitato verso la zona in cui sentivi i rumori e hai visto la figura torreggiante di tuo padre , avvolta nelle fiamme del suo potere , accerchiato da un gruppo di barbari. Un orco, colui che comandava il branco, ha emesso un grido di battaglia e subito tutti i suoi compagni si sono gettati sopra tuo padre. Stavi per gettarti nella battaglia quando due mani forti ti hanno arretto : era un nano anziano, anche lui barbaro. Hai tentato di divincolarti ma non ci sei riuscito, così hai assistito alla scena. Tuo padre era più forte del gruppo di barbari e così vedevi i corpi dei nemici che venivano spazzati via dalla furia del demone. Quando la battaglia sembrava vinta dal demone, l’orco capo ha estratto un sacchetto dalla tasca e con una mossa sleale, ha gettato una polvere dorata alle spalle di tuo padre. Subito hai sentito le grida di tuo padre e hai visto la sua figura diventare più scura e minacciosa : la polvere lo stava indebolendo e si preparava per l’ultimo attacco. Il corpo di tuo padre si gonfiò e emise un lampo. Per lo stupore il nano che ti teneva stretto mollò un attimo la presa . Per te quell’attimo fu abbastanza per voltarti e vederlo davanti : portava un’armatura di cuoio borchiato con inciso un simbolo. Poi ci fu un’esplosione : i corpi dei barbari furono spazzati via e anche tu venisti trascinato via dalla furia dell’ultima magia di tuo padre per cadere in un piccolo fossato poco lontano, tra erbe molto alte. Le sue ultime parole prima di cadere nel fosso furono :”Vendicami! Figlio, Vendicami! E io ritornerò!!!!”. Poi sei svenuto. Ti sei ripreso il giorno dopo. Il campo di battaglia ormai era un’enorme conca bruciata e i corpi dei barbari erano sparsi ovunque. Per giorni hai cercato il gruppo dei barbari senza sosta e ti sei spremuto il cervello per ricordarti il simbolo inciso sull’armatura di quel nano, ma l’esplosione e lo shock ti avevano cancellato alcune parti di memoria. Per alcuni anni hai continuato a viaggiare nelle terre a sud di Waterdeep fino a quando un giorno uno strano volatile ti ha recapitato un plico : dentro diceva che il 23/7/1372 ti saresti dovuto recare a Waterdeep per riscuotere un’eredità. Incuriosito hai deciso di seguire il consiglio della lettera e ti sei recato a Waterdeep. Durante la strada hai avuto dei problemi con alcuni banditi che ti hanno fatto rallentare e ti hanno rubato la lettera. Non ti ricordavi più il posto nel quale avresti dovuto recarti ma ti ricordavi il nome del notaio che si sarebbe occupato dell’eredità, un certo Julian Kress. Così, con qualche giorno di ritardo, ti sei recato dal notaio a Waterdeep che ti ha fatto firmare dei documenti e ti ha spiegato che eri diventato padrone di una quota di una taverna di Waterdeep. E finalmente ti sei recato in taverna …

Priorità : Scoprire chi erano i barbari che hanno ucciso tuo padre e vendicarlo.

Categories: Personaggi Tags: