Miliardi di tappeti di capelli

miliarditappetiHo appena finito di leggere “Miliardi di tappeti di capelli“, romanzo di fantascienza del poco noto scrittore tedesco Andreas Eschbach. Il romanzo inizia con la storia dei tessitori di tappeti, una casta di persone che producono, nell’arco di una vita, un unico tappeto fatto con i capelli di mogli, figlie e concubine. Tali tappeti vengono poi venduti ai mercanti imperiali per decorare il sontuoso palazzo dell’imperatore di tutto l’universo conosciuto. Inizialmente il romanzo appare come un fantasy. Ci sono città con bastioni in pietra, caste, gilde, carri trainati da animali. Poi l’abile scrittore porta il lettore sempre più lontano, come una lente che piano piano esegue il suo zoom all’indietro andando a raccontare storie apparentemente slegate ma tutte collegate da un unico filo conduttore, la storia principale, e da altri dettagli che è estremamente appassionante scoprire. Il tutto fino a giungere ad una sconvolgente rivelazione finale. Senza rivelarvi niente vi dico solo che scoprirete che tutti i misteri dell’universo sono in realtà l’eco del più grande mistero mai esistito : l’uomo. Inutile dire che il romanzo mi abbia tenuto incollato per alcuni giorni fino al bellissimo epilogo. Concludo citando direttamente l’autore dalla postfazione del libro stesso : “E’ la storia del tessitore di capelli. Se non l’avete ancora letta non posso promettervi che l’amerete. Non posso neppure promettervi che vi piacerà. Posso solo fare una promessa : non la dimenticherete, mai”

Categories: Libri Tags: , ,