Interviste pazze! Mini G4m3s Studio

Autori_Cialtroni

Piccolo intermezzo nella rubrica delle interviste di un gruppo di pazzi scriteriati, le cui opere amo particolarmente. Si tratta del Mini G4m3s Studio, che uscirà a Lucca con il mitico GDR di Drizzit! Ho conosciuto le opere di questo team grazie a Fabio, uno dei tre membri, visto che ci lega un passato di nerdaggini e tornei di D&D fatti ed organizzati. Inoltre, e gli altri non me ne vogliano, c’è una cosa che li rende ai miei occhi un grande team di autori : posso chiamarli Cialtroni e non solo non se la prenderebbero ma ne sarebbero fieri! Andiamo a conoscerli con un insieme di domande quanto meno sopra le righe :

Chi siste?
Tre Cialtroni! No cioè… Siamo Fabio, Marina e Andrea, gli autori della Mini G4m3s Studio! Dal 2010 creiamo GdR (e non solo) sotto il marchio Mini G4m3s Studio e ci facciamo chiamare Autori Cialtroni.
Che cosa portate (a Lucca) ?
Questo anno tocca a Star Mini, Sci-fi della collana Mini che in qualche modo unifica i manuali precedenti, e al GdR di Drizzit, basato sul Webcomic di Luigi “Bigio” Cecchi! In più, per chi si è perso Modena Play, c’è Immagina che vi permetterà di giocare i vostri miti di libri, film, fumetti e videogiochi preferiti!
drizzit
Si ma quanti siete?
Aspetta che ci riconto. No, ok, sempre tre.
Un fiorino?
Mo me lo segno
Come avete cominciato a fare giochi?
Con una telefonata nel 2010… volevo fare un regalo originale da fare al mio ex gruppo di gioco, il manuale di un GdR che avremmo potuto fare anche in una sola sera, come one shot. Ma da quelle poche pagine che dovevano essere, parlando con Marina ne uscì un manuale vero e proprio che venne pubblicato per Lucca dello stesso anno. Il gioco piacque molto, andò esaurito in fiera e così decidemmo di continuare!
Quali sono le tappe fondamentali che consigliereste di percorrere a chi intraprende la via del game designer?
Lasciate perdere!
No dai seriamente. La strada è quella di conoscere molti sistemi di gioco già esistenti e di appoggiarsi a chi ha esperienza. Cruciale il non trascurare l’aspetto grafico. Tanti buoni giochi finiscono per fare flop a causa di un impatto visivo orrido.
Inoltre siate originali, o almeno provateci.
Qual’è il gioco di cui andate più fieri?
Ognuno ha il suo pargoletto da coccolare. In realtà andiamo molto fieri dell’aver prodotto costantemente titoli nell’arco di questi anni, tanto da avere 8 giochi in catalogo, oltre ad un romanzo e due giochi di miniature. Ma se proprio dobbiamo dire quale è il figlio che più ci inorgoglisce, probabilmente il nome da fare è Mini Pirates, il nostro gioco Piratesco\Steampunk!
Quanto avete cuccato dopo essere diventati dei gamedesigners?
Un casino, non poi capì! A volte dobbiamo girare con le guardie del corpo per tenere lontani i fan.
Qual’è il vostro lato migliore?
Il lato B!
Fatevi una domanda e datevi una risposta
Sopravviveremo a questa Lucca? No, come al solito.

 

 

Categories: Intervista