Interviste pazze! Anonima GDR

AnonimaGDR_01

Mi dedico oggi, non senza emozione ed estremo piacere,  ad un’associazione che ha fatto della divulgazione del GDR quasi una missione. Sto parlando di un vero mostro sacro dell’associazionismo ludico italiano,  l’Anonima GDR di cui vado a presentarvi una simpatica e frizzante intervista.

1) Partiamo con le presentazioni: cos’è l’Anonima GDR? Chi sono i suoi membri?

Anonima Gidierre è una rivista amatoriale del fantastico nata nel 1994 come pubblicazione cartacea autoprodotta ed evolutasi successivamente in webzine. La fanzine si è sempre occupata principalmente del mondo dei giochi di ruolo cartacei, concedendosi tuttavia, fin dagli esordi, frequentissime escursioni in altri campi del vasto universo del divertimento intelligente, inteso in tutte le sue varie forme e declinazioni. Questo negli anni ha voluto dire occuparsi anche di giochi di carte, giochi da tavolo, wargames tridimensionali, narrativa fantastica e molto altro. A tutt’oggi Anonima Gidierre è probabilmente la più longeva pubblicazione italiana dedicata ai giochi.

I redattori di Anonima Gidierre sono innanzitutto grandi appassionati di giochi e di fantastico tout-court, desiderosi di condividere con altri appassionati le proprie esperienze ed idee in materia. Per fare ciò, vent’anni fa, in un mondo in cui internet era ancora agli albori, i primi Anonimi decisero, a partire dalle partite giocate insieme, di mettere su carta e proporre in una pubblicazione amatoriale le proprie avventure, scenari, ambientazioni, regole, idee ed opinioni.

AnonimaGDR_042) Quest’anno festeggiate il ventennale della vostra associazione. Qual è il segreto per far vivere un gruppo per così tanto tempo?

Ci sono vari fattori che hanno portato avanti negli anni la nostra fanzine: la grande passione che ci accomuna tutti, l’amicizia che da sempre lega i membri del gruppo, la perseveranza nel voler proporre i nostri progetti ai lettori e, non ultima, l’assoluta mancanza di uno scopo di lucro in quel che facciamo. La nostra attività è stata sostenuta anche da un certo rinnovo generazionale nel corso degli anni all’interno della redazione e dall’integrazione con alcuni lettori divenuti nel tempo preziosissimi collaboratori della rivista amatoriale.

3) Qual è l’iniziativa che avete proposto in questi venti anni di cui andate più fieri?

Sicuramente andiamo molto fieri delle Dungeonate, iniziative da noi organizzate in varie edizioni negli anni passati. Detto in poche parole, una Dungeonata consisteva essenzialmente in una partita di D&D svolta contemporaneamente da gruppi diversi, nella quale ciascun team, assistito da un dungeon master, giocava la medesima avventura interagendo con gli altri gruppi.

Quest’esperienza si è concretizzata anche in un numero speciale di Anonima Gidierre denominato “Dungeonate e Campagnate”, che abbiamo pubblicato in una bellissima confezione costituita da una scatola di cartone in puro Old D&D style, contenente tutto il materiale necessario ad organizzare attività ludiche di questo tipo.

AnonimaGDR_034) Quale è stato il momento più buio della vostra associazione?

Ci sono stati vari momenti difficili e travagliati nella storia della fanzine. Sicuramente quello che ricordiamo con maggiore amarezza l’abbiamo vissuto quando un editore minore italiano ha minacciato di denunciarci per aver pubblicato un’avventura amatoriale per un regolamento GdR da lui dato alle stampe senza aver preventivamente chiesto il suo permesso (cosa che non viene mai ritenuta necessaria per le produzioni amatoriali, né in internet né in altri canali).

5) Ditemi la cosa più nerd che vi viene in mente all’istante!

“Siamo qui per giocare, non per divertirci!”

6) Parliamo dell’ultima vostra creazione, il gioco di carte Gi.Ca.Co.Ta.Ma.Ya.Su.Fe.Ga.Me. Come vi è venuta l’idea? A quali giochi vi siete “ispirati”?

Tutto è nato dalla nostra ammirazione per l’esymio maestro Federico M. Sardelli, il quale ha pubblicato per anni sul mensile satirico “Il Vernacoliere” gli spassosi “Tarocchi del Mago Afono”. Ispirandoci a tale pregiatissima opera sardelliana, abbiamo cercato di creare un equivalente fantastico che richiamasse i giochi e l’immaginario da noi amati, caratterizzato dalla presenza di un misterioso personaggio che già da tempo imperversava sulle pagine della rivista, ovvero il redattore ombra e mascotte della fanzine Yamamoto Kazuto, promosso mago per l’occasione.

Ciò ha condotto alla pubblicazione sulle pagine della rivista di una serie di “Tarocchi del Mago Yamamoto”, spiritose composizioni di testi ed immagini, prive però di un concreto utilizzo ludico. Pertanto, in occasione del ventennale della fanzine, ci siamo riproposti di creare un gioco, il “GIoco di CArte COllezionabili dei TArocchi del MAgo YAmamoto e del SUo FEdele GAtto MErp”, appunto, che facesse uso di queste carte e dal quale i nostri lettori potessero trarre un effettivo divertimento. Dopo una gestazione durata oltre un anno, tra ideazione, sviluppo, revisione e playtesting, il risultato è finalmente accessibile a tutti al seguente indirizzo web: http://www.anonimagdr.com/?p=2079

7) I contenuti scaricabili dal vostro sito sono interamente gratuiti. Perché proporre tutt’oggi questa forma di condivisione del gioco?

Siamo da sempre stati una realtà amatoriale e indipendente, senza scopo di lucro e priva di sponsorizzazioni, e la nostra politica è sempre stata quella di distribuire gratuitamente tutte le nostre produzioni, con la precisazione però che in passato, per coprire i costi vivi di stampa della fanzine cartacea, richiedevamo ai lettori un piccolo contributo monetario.

8) Perché avete scelto il nome “Anonima GDR”?

Potete anche non crederci, ma il nome “Anonima” fu scelto veramente in modo casuale, vista l’assenza di nomi migliori, e i redattori si adattarono a questa denominazione utilizzando per firmare gli articoli pseudonimi (oggi si direbbe nickname) di propria scelta o soprannomi con cui erano conosciuti nel gruppo.

AnonimaGDR_029) Fatevi una domanda, datevi una risposta e salutate chi volete…

Sarete ancora qui tra 10 anni? La risposta è dentro di voi… ma è quella sbagliata!

Salutiamo tutti quelli che hanno contribuito in qualsiasi modo alla crescita di Anonima Gidierre, quelli che hanno scroccato Anonima Gidierre agli amici senza aver mai contribuito fattivamente alla nostra causa, tutti quelli che hanno collaborato con la nostra fanzine e tutti quelli che hanno scaricato almeno una volta un PDF dal nostro sito!

Categories: Intervista